poster-premio-cook-2021-550

Premio d’Arte Robert Cook 2021 – La Scuola primaria celebra il senso delle espressioni di vita

La VI edizione dell’annuale Premio d’Arte Robert Cook per gli alunni di Scuola primaria celebra l’arte di essere nel suo movimento espressivo senza fine alla verità, divenire di senso che nasce dall’incontro identitario con l’altro, con l’arte, con la materia del mondo.
L’identità rinasce dal grembo dell’arte, dalla figurazione e dalla parola, dalle braccia dell’immaginazione abduttiva per una nuova immagine di sé nella vita. Creare è un atto di senso, è la festa della dimensione comune e universale dell’essere umano, luogo di valori e di verità dell’espressione. È un viaggio di creazione, di conoscenza, di cambiamento, per la conquista e la valorizzazione dell’identità, fra essere e divenire aperto.
In Convenzione formativa con l’Università degli Studi di Roma Tre, con il Patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale, del Comune di Canale Monterano e dell’Istituto Comprensivo di Manziana, l’Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea, in collaborazione con l’Associazione Culturale Nobile Contrada Carraiola, cerimonia il Premio d’Arte Robert Cook con mostra artistico-letteraria dei bambini, poster delle opere, critiche in semiotica estetica in diploma della presidente dell’Accademia prof.ssa Fulvia Minetti, conferimento commemorativo ad opera del figlio compositore Henry Cook di tre medaglie cookiane in pregiata fusione a cera persa in argento ed incisione pantografata del laboratorio orafo di Via Margutta, riconoscimenti della giuria accademica, premi alla memoria degli artisti Alberto Marani e Angelo Di Vico, presso la Scuola primaria di Canale Monterano di Roma il 28 maggio 2021 dalle ore 11,00.
Il Comune inaugura l’esposizione permanente della targa in argento della poesia di Fulvia Minetti “La domanda del vento”, dedicata alle opere degli alunni di quinta classe, per augurio al divenire dell’arte di essere, dell’arte stessa del vivere, a celebrare il senso della bellezza nel superamento di sé nell’altro. “Le bocche del primo pensiero / al giallo vitale della scelta / che sboccia. Appendo, / fra il sonno e la veglia, / l’altalena di raggi vocali / alle braccia infinite che fanno / della tua la domanda del vento. / Ch’io bagni / i miei passi alla tua voce / a mutare il mio granello / nella viva perla del mattino / che tu chiami col mio nome”.

premio-cook-2020-500

Premio d’Arte Robert Cook 2020
La Scuola rinasce dal grembo dell’arte

L’annuale Premio d’Arte Robert Cook, giunto alla sua V edizione, celebra l’eternazione della vita nel senso che l’arte crea, sposando il divenire all’essere. Le opere artistiche dei bambini di quinta classe di scuola primaria esprimono una libera configurazione identitaria, con disegno, poesia, pittura, scultura e fotografia, partecipando ad una universalità archetipica di senso comune, al valore integrante dell’incontro dialogico con la materia e con l’alterità, per il movimento di rifigurazione protagonistica di sé e delle prospettive di mondo da realizzare.
In Convenzione formativa con l’Università degli Studi di Roma Tre, con il Patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale, del Comune di Canale Monterano e dell’Istituto Comprensivo di Manziana, l’Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea, in collaborazione con l’Associazione Culturale Nobile Contrada Carraiola, cerimonia il Premio d’Arte Robert Cook con mostra artistico-letteraria dei bambini, critiche in semiotica estetica in diploma della presidente dell’Accademia prof.ssa Fulvia Minetti, conferimento di tre medaglie cookiane in pregiata fusione a cera persa in argento ed incisione pantografata del laboratorio orafo di Via Margutta, riconoscimento alla memoria dell’artista Alberto Marani, premio della Contrada ed improvvisazione jazz del figlio compositore Henry Cook presso il piazzale della Scuola secondaria inferiore di Canale Monterano di Roma il 9 ottobre 2020 dalle ore 8,30.
Il Comune inaugura l’esposizione di una stele memoriale in marmo dedicata alla biografia dell’Artista Robert Cook e celebrante l’istituzione annuale permanente del Premio d’Arte dedicato ai bambini di Scuola primaria, in valorizzazione del patrimonio culturale della città d’arte Canale Monterano, presso l’opera “In volo” di fronte piazza Tübingen, a festeggiare la funzione dell’arte quale grembo gestante un’etica di verità.
È un invito al superamento della visione astratta di comunità, perché la si viva nelle maglie strette della sua costituzione, nella dualità dialogica della reciprocità relazionale: sé e mondo, sé e alterità. La comunità è così ridipinta come ciò che nasce dalla causalità e finalità reciproca.

stele-cook

locandina-cook-2019

Premio d’Arte Robert Cook 2019
Giovane Arte di Essere presso la Scuola Primaria di Canale Monterano di Roma

A due anni dalla morte dell’artista internazionale, l’annuale Premio d’Arte Robert Cook, giunto alla sua IV edizione, ne celebra l’eternazione della memoria e festeggia il senso profondo della sua arte nella partecipazione al divenire dell’essere, che le opere artistiche dei bambini di quinta classe di scuola primaria esprimono.
In Convenzione formativa con l’Università degli Studi di Roma Tre, con il Patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale, del Comune di Canale Monterano e dell’Istituto Comprensivo di Manziana, l’Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea, in collaborazione con l’Associazione Culturale Nobile Contrada Carraiola, cerimonia il Premio d’Arte Robert Cook con mostra artistico-letteraria dei bambini, critiche in semiotica estetica della presidenza accademica in diploma, conferimento di tre medaglie cookiane in pregiata fusione manuale in argento ed incisione pantografata del laboratorio orafo di Via Margutta, riconoscimento alla memoria di Alberto Marani, premi della Contrada e dello Studio Scientifico S.A.MAR ed improvvisazione jazz del figlio compositore Henry Cook presso la Sede della Scuola Primaria di Canale Monterano di Roma il 31 Maggio 2019 dalle ore 14,30.
Il tema dell’arte in mostra è il viaggio dell’io, che tesse essere e divenire, identità e differenza e conquista il senso di sé e delle cose. Il luogo dell’arte è un grembo comune e universale, che dà nuova nascita all’essere. La configurazione ipotetica immaginativa dell’arte e la visione dell’altro offrono il dono della possibilità di rifigurazione di sé nella vita.
La presidente dell’Accademia, in occasione della cerimonia del Premio d’Arte Robert Cook, inaugura l’esposizione permanente della targa monumentale in argento della sua poesia ispirata e dedicata alle opere dei bambini di quinta classe presso la Sede Scolastica Statale, ad onorare la bellezza dell’arte di essere, oltre la visione dell’abitudine che indossa pregiudizio, per l’abduzione dell’arte e dell’alterità, quale etica via itinerante alla verità.
Ascoltami di te. / Mi popolo di passi / e palpito colori; / oltre l’armadio degli occhi / la pancia è fatta di mondo. / E sono stelle / le tue mani aperte, / quando cadenti / nel cielo di un saluto / a te esprimo / di me ancora. / Fulvia Minetti

targa-poesia-di-fulvia-minetti-premio-cook-2019medaglia-premio-cook

locandina-cook-2018

Premio d’Arte Robert Cook 2018
Giovane Arte in mostra in Canale Monterano di Roma ed inaugurazione dell’esposizione permanente della Poesia “Profili” di Fulvia Minetti in Sala Comunale di Lettura

In Convenzione formativa con l’Università degli Studi di Roma Tre, con il Patrocinio di Roma Capitale, del Comune di Canale Monterano e dell’Istituto Comprensivo di Manziana, l’Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea, in collaborazione con l’Associazione Culturale Nobile Contrada Carraiola, cerimonia la terza edizione del Premio d’Arte Robert Cook con mostra artistico-poetica e critiche in semiotica estetica delle opere degli studenti di quinta classe della scuola primaria, presso la Sala Comunale di Lettura di Piazza Tübingen in Canale Monterano di Roma il 30 Maggio 2018.
Il tema del Premio è l’identità, fra essere e divenire, per la celebrazione e la condivisione della dimensione comune e universale dell’umano. Identità è ciò che nasce dal racconto gestante dell’arte, nella grembale commistione di tutti i linguaggi dell’espressione, disegno, pittura, scultura, fotografia e poesia, dalle braccia dell’abduzione, del “come se” della configurazione immaginativa propria e dello sguardo dell’altro, per la rifigurazione di sé nella vita, fra ricordi, emozioni, aggettivi e desideri. Si è un atto di senso in transito sulla bellezza.
Tutta la giovane Arte in concorso riceve la critica della presidenza accademica in diploma e sono conferite tre medaglie cookiane inedite in pregiata fusione manuale in argento ed incisione pantografata del laboratorio orafo Rocchi di Via Margutta 51 in Roma.
La presidente dell’Accademia, prof.ssa Fulvia Minetti, in occasione della cerimonia del Premio d’Arte Robert Cook, dona alla Sala Comunale di Lettura l’esposizione permanente della sua poesia a tema, “Profili”, per incisione su ottone, ad onorare, unitamente al premio d’arte, la memoria della semantica profonda che l’arte del Cook esprime: l’infinito divenire dialettico dell’essere.
La poesia rappresenta il fine umano nel senso come lo spazio che vive fra sé ed altro:

una dimensione accrescente, umana, di vita, di azione, di scambio, di espressione comunicante e partecipata. Tutto ciò che l’uomo conosce di sé è segno: un modo di dire di sé e del mondo fra sé e mondo. Il soggetto, interpretato ed interpretante, è movimento, processo, ipseità, possibilità diveniente dell’idem della medesimezza.
L’io penso cartesiano, chiuso nella sua certezza e solitudine autofondante, è vinto dall’esperienza di un’identità narrativa, che sente e pensa insieme l’identità e la differenza. Il cogito è conatus: desiderio di essere. L’individuo è protagonista del proprio racconto di vita, è volontà nutrita da una libertà, che si realizza nella partecipazione.
L’identità ispirata alla filosofia ricoeuriana ospita in sé la dialettica del sé e dell’altro da sé e dona storicità all’essere umano. Identità emerge dall’equilibrio del cooprotagonismo della relazione.
Identità è fenomenologia di una volontà intrecciata, è viaggio dall’apparire all’essere e dall’essere all’esistere, nell’esserci della testimonianza mutuale. L’identità ipse è libertà, espressione di stesso ed altro: alla voce dell’altro corrisponde l’eccomi del soggetto, nella dualità dialogica della reciprocità relazionale di riconoscimento.
I Latini derivavano la parola persona da “per-sonàr”: risuonare attraverso l’immagine dall’altro còlta. Profili. / Eco, / mille volte vòlto / è una viola / il tuo vólto. / Il mio palmo / suona / l’arco labiato / del tuo ascolto è la poesia di Fulvia Minetti.

robert-cook-lifespan-anno-2000

“Il bronzo del maestro d’arte Robert Cook è ancora fluido”
(Artista Internazionale Robert Cook.
Boston 1921 – Canale Monterano di Roma 2017)
8 Aprile 2017
Inaugurazione mostra scultorea e conferimento critica artistica

Ci lascia il maestro Robert Cook, esimio scultore americano che ha scelto la vita e il laboratorio nel paese d’arte Canale Monterano di Roma. Ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Parigi e ha spiccato fra gli artisti di Via Margutta, ha raggiunto la fama in qualità di “artista che cattura il movimento in un bronzo fluido”.
Innovatore nel processo di fusione “a cera persa”, le sue opere vanno da minuziose medaglie a monumenti pubblici di vaste dimensioni e opere museali in tutto il mondo, dalla visitatissima “Dinoceras”, a Park Avenue di New York, fino a Canberra, all’Arabia Saudita e in Italia. Appassionato d’infinite forme dinamiche di animali, ballerini, sportivi, attori, musicisti, dell’evoluzione sensomotoria dei suoi figli Henry e Jenny, lasciava inarrestabile la modulazione della forma artistica alle note libere del jazz. Premiato dal Prix de Rome, dall’Accademia Nazionale delle Arti e delle Lettere e dalla Fondazione Tiffany.
Ad un mese dalla sua eternazione alla memoria e nel giorno di quello che sarebbe stato il suo novantaseiesimo compleanno, Sabato 8 aprile 2017 dalle ore 10 presso la sala Marcello Natili in Piazza Tübingen, sarà inaugurata la mostra scultorea del Cook e l’Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea sarà lieta e onorata di conferire in omaggio alla memoria dell’Artista, la Significazione critica dell’opera artistica a firma della Presidente prof.ssa Fulvia Minetti.
“La dinamica della vita arde nella materia bronzea del Cook, l’arte del maestro è tesa a togliere il soverchio e vincere l’essenziale della materia, per coglierne l’ascosto spirito vitale, il movimento sotteso e inarrestabile, che è ignea leggerezza, forza e slancio. Le linee di forza, con risultante circolare e spiralica, offrono un gesto centripeto e centrifugo insieme, da un principio concentrico ad un finale catartico e mai esauribile, volto a partecipare della dimensione comune e universale dell’essere vivente, grembo sempre gestante, in qualità di luogo ontico ed etico, luogo di senso e di verità dell’espressione, oltre le differenze e per incessante abitare stesso della danza delle infinite differenze formali: nel divenire dell’essere. La dialettica artistica oppositiva del Cook alterna i pieni ai vuoti materici e profondamente rivela che l’assenza è parte integrante dell’essenza, ne è la meraviglia stessa, la musica, l’amore, l’ironia, l’inizio, il transito, la fine, la gratitudine: la condizione della sua metamorfosi, al di là della forma della coscienza. La forma ferma diverrebbe pregiudizio, mentre nell’ulteriore libero e indomito del movimento è il senso della verità, verità fuggevole e umana, figura teatrale filogenetica di rappresentazione in transito, verità perfettibile, eppure, lungo il cammino inarrestabile dell’uomo artista, è infinita soglia di verità possibile. La semantica profonda che l’arte esimia del maestro esprime è umano amore del movimento dialettico d’eternità del vivente.”
Eppure la dinamica di vita che arde nella sua materia non avrà mai arresto, poiché è aperto il Premio d’Arte Robert Cook alla sua seconda edizione in Canale Monterano di Roma, ideato dall’Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea, intitolato al maestro e lasciato all’interpretazione dei bambini di Scuola Primaria, che celebra e condivide il senso del divenire dell’essere, in ricordo e in riconoscimento alla bellezza dell’arte cookiana e alla semantica profonda del movimento dialettico d’eternità che esprime, per viva riconoscenza ispirata delle nuove generazioni.

involo-h900

Premio d’Arte Robert Cook 2016
Poesia monumentale di Fulvia Minetti e giovane
Arte in mostra in Canale Monterano di Roma

In Convenzione formativa con l’Università degli Studi di Roma Tre, con il Patrocinio di Roma Capitale, Assessorato Scuola Infanzia Giovani e Pari Opportunità, dell’ANCI, del Comune di Canale Monterano e dell’Istituto Comprensivo di Manziana, l’Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea, in collaborazione con l’Associazione Culturale Nobile Contrada Carraiola, cerimoniano la prima edizione del Premio d’Arte Robert Cook con mostra artistica plurilinguista dal vivo degli allievi di quinta classe della Scuola Primaria, presso il Teatro Fiorani in Canale Monterano di Roma il 23 Maggio 2016 alle ore 10,30.

Identità o differenza? Identità della differenza. Abbraccio di sostanza e di relazione: un divenire dell’essere. Il Premio a tema “L’Identità: io sono…” è celebrazione e condivisione della dimensione comune e universale dell’umano, in qualità di luogo ontico, etico, semantico e veritativo dell’espressione oltre le differenze e insieme conquista gnoseologica e valorizzazione dell’identità, dall’incontro dialogico con l’alterità.
La giovane Arte in concorso riceve la critica della presidenza accademica in diploma e le medaglie cookiane inedite in pregiata fusione ed incisione artigianale del laboratorio orafo Rocchi di Via Margutta in Roma. L’Arte in mostra è meraviglia, dedizione e gratitudine, poiché offre una possibilità aperta di creazione, di affermazione, di significazione e di conoscenza, di rinascita nella dialettica fra sé e mondo: ogni opera è un racconto configurante e vicendevole, per una rifigurazione protagonistica di sé e della propria vita.
In omaggio all’esimio artista contemporaneo Robert Cook, che intitola il Premio d’Arte, la poetessa Fulvia Minetti, presidente dell’Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea, fa dono pubblico del suo componimento In volo, ispirato all’arte del maestro, in apposizione al basamento della scultura monumentale del paese d’arte Canale Monterano di Roma.