Stanza senza tempo

L’angolo senza tempo, l’angolo del silenzio
è qui in questa mia stanza nuvolosa
piena di fogli, di libri, di crisantemi
e del mio soffio speranzoso.
Spicciati, giorno.
Calmati, notte.
Io cerco solo delle parole senza tempo
per poter parlare sempre più piano
con la ninfa dei cuori che sussultano.

Ruxandra Costantinescu


Critica in semiotica estetica della Poesia “Stanza senza tempo” di Ruxandra Costantinescu

Il verso rapido, diretto e profondo della Costantinescu è desiderio di permanenza dello scorrere del divenire, dell’umana segnica finitudine, nel valore simbolico della parola. La parola della poetessa è rivolta alla divinità delle acque, perché gesti, dalla meraviglia sacra del silenzio, della natura, della bellezza melodica e danzante, come dal movimento emotivo che precede il dire, la parola vera, il respiro eterno del senso.

Presidente Fondatrice,
Prof.ssa Fulvia Minetti