Vorrei

Vorrei
far tacere le ombre
mentre raccolgo
il battito delle tue ciglia.
Di quei giorni,
di cui ho abbandonato gli accenti,
non dirà più il tempo.
Aprile si allontana
ed io respiro il tuo volto
all’odore della luna.

Paola Aglieri Rinella


Critica in Semiotica Estetica della Poesia “Vorrei”
di Paola Aglieri Rinella

Semplice, la parola profonda della Aglieri Rinella solleva e protende l’umano alla luce tenue e condizionale del desiderio, che nega l’affermazione e vincola all’ipotesi metaforica. La dimensione umbratile dell’inconscio si rischiara sull’attestazione d’esistenza, che solo il riconoscimento dell’altro, lungo la fenomenologia di una promessa, sa donare. Ogni evento vissuto è già sempre perduto, consegnato dalla vita ‘aperta’ dell’Aprile fremente alla parola riflessa, che traducendo non può non tradire e solo i sensi restituiscono casa e presente alla traslazione esiliante del segno.

Presidente Fondatrice,
Prof.ssa Fulvia Minetti